IO CELIACA E ORA COSA FACCIO?
CELIACA A 30 ANNI ... E ORA COSA FACCIO  
  PERCHE' QUESTA PAGINA...
  => CHI SONO
  => CELIACHIA QUESTA SCONOSCIUTA
  => LA MIA DIFFICILE DIAGNOSI
  => LA CONFERMA A TUTTI I DUBBI
  => INTOSSICAZIONE INSOSPETTABILE
  COSMETICI... TRADITORI
  PATOLOGIE ASSOCIATE ALLA CELIACHIA
  LINK UTILI
  LASCIA UN TUO MESSAGGIO
  TANTE RICETTE PER NOI
  Contatore
  LA MIA CITTA' (my city)
  CAMPAGNA PROGRESSO AIC
  CENTRI ACCREDITATI PER DIAGNOSI
  FORUM
  News Celiachia
CELIACHIA QUESTA SCONOSCIUTA


LA CELIACHIA COME LA CONOSCEVO




Quando sentivo parlare di intolleranze alimentari pensavo semplicemente che bastasse non mangiare qualcosa per sistemare tutto.
I celiaci poi bastava che non mangiassero il pane , la pasta o i biscotti o le cose panate e tutto era a posto , di che cosa dovevano mai lamentarsi, al massimo erano solo secchi un po più del normale ma ... per quelli che li guardavano da fuori era da invidia!!!!

COSA DICONO DI LEI

É un'intolleranza permanente al glutine, proteina contenuta nel chicco di alcuni cereali.
Nel soggetto geneticamente predisposto, l'introduzione di alimenti contenenti glutine (pane, pasta e biscotti) determina una risposta immunitaria anormale a livello della mucosa dell'intestino tenue con infiammazione cronica e progressiva scomparsa dei villi intestinali.
La conseguenza di ciò è il comparire di malassorbimento intestinale con tutta una serie di alterazioni legata all'alterata permeabilità della mucosa. Quindi intervengono nello sviluppo della celiachia: Predisposizione genetica
Presenza nella dieta del glutine L'unica terapia necessaria è l'eliminazione dalla dieta di tutti gli alimenti che contengono glutine. Anche piccole quantità di glutine possono essere nocive per i celiaci perciò deve essere evitata qualsiasi presenza di glutine nella dieta del bambino con celiachia.

CELIACHIA: UNO STILE DI VITA

Quando invece mi hanno detto che ero celiaca mi hanno dato un sacco di indicazioni su cosa era LECITO o ILLECITO fare:
Padelle e pentole diverse
Mai girare le pietanze con utensili che avevano toccato qualcosa che contenesse glutine
Mai appoggiare una pietanza o un utensile da cucina dove era stata appoggiata la farina, o un pezzo di pane, o dove era caduta l' acqua della pasta.
Leggere le etichette e imparare a conoscere gli addensanti che si potevano o non potevano mangiare.
Non fidarsi a mangiare in locali non specializzati
tante tante attenzioni-schiavitù dure da inserire nelle abitudini di una trentenne...


TU NON SEI INVITATO

Adesso il problema è cosa mettere a tavola senza rinunciare al gusto.
Beh! certo non è facile soprattutto al principio riuscire a fare a meno della nostra bella cotoletta panata , la nostra meravigliosa fumante lasagna , le profumatissime bruschette con l' olio d' oliva appena spremuto.
Ma senza andare tanto nello specifico bisogna prima di tutto sapere cosa non mettere a tavola:
SONO ASSOLUTAMENTE VIETATI I SEGUENTI INGREDIENTI IN TUTTE LE LORO FORME
Frumento Segale Orzo Avena Triticale o farro
Tutte le preparazioni dietetiche contenenti malto Tutte le preparazioni dietetiche contenenti amido di frumento Tutte le preparazioni dietetiche che contengono le farine suddette (semolini, fiocchi, dolci) Sono vietati per i celiaci anche: spelta, kamut, sorgo.
Sono considerati sospetti per i celiaci: quinoa, amaranto, teff.

 

BENVENUTO ALLA MIA TAVOLA

Sono permessi gli alimenti naturalmente privi di glutine: tutte le carni
il pesce
le uova
le verdure
i grassi da condimento (escluso l'olio di semi vari)
gli zuccheri semplici
il latte e derivati
BENVENUTO....  
   
Pubblicitá  
   
DISCLAIMER  
  Caro visitatore,
questa pagina non vuole essere pretenziosa, non vuole dare consigli medici, terapici o di diete da seguire.
E' solo il frutto di ricerche personali,
E' solo un modo per farti conoscere un' altra esperienza.
Per i consigli medici ci sono i dottori.
Usa il contenuto di queste pagine solo come uno strumento di confronto, per sapere che tu, o un tuo parente celiaco... avete una amica in più.
Se i contenuti di questa pagina fossero per te offensivi o violassero qualche diritto di copyright... comunicamelo... provvederò a eliminarli o sostituirli...
Buona navigazione
 
SEMPRE DA CONSULTARE  
  Soprattutto per chi, come me, si trova ad affrontare la celiachia gia da grande, è facile cadere nella tentazione e dire:
"Fino a ieri l' ho mangiato e non mi ha fatto mai male, sicuramente lo posso mangiare"
Oppure è facile dire " Va beh! per una volta si può fare un' eccezione oggi lo mangio"
Nulla di più sbagliato:
prima di tutto perchè in italia l' unico obbligo che c' è per le aziende è scrivere che nell' alimento potrebbero essere presenti tracce di un allergene , senza dare mai la piena sicurezza.
Nel dubbio è sempre bene rifarsi al prontuario dei prodotti per celiaci.
Esiste una versione online , gratuita da scaricare sul link sotto riportato, oppure si può richiedere direttamente alla AIC associazione italiana celiaci.
Non fate mai di testa vostra .
E' dura dura dura.... ve lo dice una golosa che in gravidanza ha tartassato i centralini della Ferrero, della Perugina e di un sacco di altre aziende prima di scoprire questo utilissimo strumento

www.celiachia.it


 
Ciao... tu sei il 79965 visitatori (267009 hits) dalla creazione del nuovo sito
=> Vuoi anche tu una pagina web gratis? Clicca qui! <=